Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di resistenza

Diritto di resistenza

Come fare la rivoluzione attraverso il diritto

di Michele Marchesiello

Il diritto di resistenza è uno dei temi classici della democrazia moderna. Che cosa possono fare i cittadini di fronte alla corruzione delle istituzioni e alla violazione dei diritti fondamentali delle persone? L'articolo 21 della Costituzione francese del 1946 lo dice in maniera esplicita: «Qualora il governo violi la libertà e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza, sotto ogni forma, è il più sacro dei diritti e il più imperioso dei doveri». Più o meno negli stessi termini era la proposta fatta in sede di assemblea costituente dall'on. Dossetti che non venne approvata solo perché ritenuta, dalla maggioranza, superflua. La questione è diventata, nell’ultimo decennio, particolarmente attuale. Ripercorrerne alcune significative esperienze storiche e, insieme, i fondamenti filosofici, etici e giuridici serve anche ad aprire, per il futuro, scenari interessanti e inediti.

Prezzo: 12,00 €

Loading Aggiornamento carrello...

Michele Marchesiello

nato a Bolzano, è cresciuto a Genova, dove si è laureato in giurisprudenza. Una vita da giudice. Oggi, lasciata la magistratura, cerca di aiutare le persone ad avere più fiducia nella giustizia e la giustizia ad avere più fiducia nelle persone. Vive e lavora, incerto, tra Genova e il Monferrato. Collabora al Secolo XIX e al giornale on line Blitzquotidiano. Il suo saggio dal titolo Politica e magistratura: la vocazione della responsabilità è uscito per l’editore Il Canneto nel 2012.
Tutti i libri di Michele Marchesiello


cookie policy